Dichiarazione al comitato sullo status delle donne

Per la terza volta dal 2014, SCWIST è stata invitata a parlare al Comitato permanente sulla condizione delle donne della Camera dei Comuni. Questa volta lo studio era sulla sicurezza economica delle donne in Canada.

Il nostro direttore di Make Possible, Danniele Livengood, si è rivolto alla commissione in teleconferenza Maggio 16, 3017. Il discorso di SCWIST si è concentrato su ciò che possiamo fare per aumentare la partecipazione delle donne nei settori e nelle posizioni di leadership tradizionalmente dominati dagli uomini. Abbiamo cercato di affrontare le seguenti componenti dello studio del comitato:
d) identificare i problemi che incidono sul reddito delle donne, compreso il divario retributivo di genere, la segregazione occupazionale, la mancanza di accesso ai settori chiave della crescita;
e) identificare possibili strumenti per rafforzare la sicurezza economica delle donne, compresi i programmi governativi e sostenere il congedo parentale e la cura dei bambini;
f) esaminare i modi per aumentare l'ingresso, la partecipazione, il mantenimento e la rappresentanza delle donne in posizioni di leadership e ad alto reddito, anche nei settori privato e pubblico, nei consigli di amministrazione, nelle occupazioni a maggioranza maschile e nella scienza, tecnologia, ingegneria e matematica;

Di seguito i commenti consegnati alla commissione:

 Grazie, signora presidente. Mi chiamo Danniele Livengood e rappresento la Society for Canadian Women in Science and Technology, nota anche come SCWIST. Siamo onorati di essere chiamati a commentare il vostro studio sulla sicurezza economica delle donne e la partecipazione paritaria nell'economia canadese. Basato su oltre 35 anni di supporto alle donne in scienza, tecnologia, ingegneria e matematica (o STEM), SCWIST cercherà di affrontare gli elementi d, e & f dello studio proposto nell'Ordine permanente 108 parte 2.

Nel corso degli anni, sono stati profusi molti sforzi per affrontare le competenze delle donne fornendo loro una formazione per renderle efficaci in posizioni di leadership e retribuzioni elevate; tuttavia, le competenze non sono più il problema principale che tiene le donne fuori da queste posizioni. L'accesso a queste posizioni è la questione principale. Le donne sono escluse da posizioni che potrebbero fornire loro una pari misura di sicurezza economica, e nei settori STEM ciò è in gran parte dovuto ai pregiudizi di genere nei loro confronti. Nessuna quantità di emancipazione personale, istruzione o abilità delle donne aumenterà la presenza delle donne se l'accesso viene negato.

Affrontare la mancanza di rappresentanza delle donne nei settori chiave della crescita e nelle posizioni di leadership richiede il cambiamento dei sistemi, non delle donne.

Vorremmo anche riconoscere che molte donne canadesi affrontano ulteriori sfide economiche a causa di aspetti della loro identità, come: razza, etnia, religione, abilità, identità di genere, orientamento sessuale, stato di immigrazione ed età. Ci auguriamo che, raccomandando politiche di sostegno per le donne, questi altri aspetti saranno positivamente influenzati dal miglioramento della nostra cultura in generale.

L'accesso a queste posizioni chiave è influenzato dalla cultura canadese. Questa cultura è sostenuta a livello di governo, a livello aziendale, a livello di comunità e a livello individuale. Abbiamo formulato raccomandazioni su come influenzare la cultura a questi vari livelli:

Il primo è il livello di governo:

Raccomandiamo l'implementazione di un'analisi apartitica e basata sul genere di tutte le politiche economiche e sociali, inclusi maggiori impegni di finanziamento per condurre queste analisi. Garantire che tutte le politiche siano esaminate per il loro impatto a breve e lungo termine sulle donne impedirà alle politiche esistenti di ostacolare nuovi sforzi.

Sulla base delle politiche "rispetta o spiega" emanate nel Regno Unito, in Germania e nei Paesi Bassi, dovremmo aspettarci che le aziende in Canada soddisfino determinati standard di equità salariale e diversità di leadership. Un modo per il governo di farlo è modificare le politiche di approvvigionamento per richiedere che le organizzazioni siano conformi agli standard che assicurano la piena partecipazione delle donne.

Raccomandiamo che i programmi di finanziamento federale premino la collaborazione piuttosto che la concorrenza, nonché ritengono i loro candidati responsabili della diversità del loro team e dell'impatto che le loro proposte avranno sulle donne.

Questo vale per i progetti mediatici, che contribuiscono a plasmare le norme culturali in Canada. Ciò vale per i finanziamenti per le imprese o per le piccole imprese poiché è stato dimostrato che le donne ricevono investimenti significativamente inferiori per le piccole imprese rispetto agli uomini, nonostante siano un investimento più sicuro.

E, naturalmente, questo vale anche per il finanziamento della ricerca in quanto le donne hanno meno probabilità di partecipare a processi di candidatura competitivi rispetto agli uomini, e la cultura competitiva dei vincitori contro i perdenti sostiene solo la percezione che le menti singolari siano più apprezzate della collaborazione di molte prospettive diverse .

Abbiamo bisogno di politiche per regolamentare i media, e in particolare la pubblicità, rispetto alle loro rappresentazioni delle donne. Il Canada ha sviluppato contenuti canadesi estesi e di alta qualità in entrambe le lingue ufficiali; possiamo e dobbiamo richiedere che i media canadesi rispettino e sostengano la diversità. I media sono un elemento essenziale di ciò che costruisce la nostra cultura e quindi i nostri pregiudizi personali, se vogliamo un futuro in cui più donne siano leader in industrie ad alto reddito e dominate dagli uomini, dobbiamo dimostrare ai canadesi che è normale.

Abbiamo bisogno di una politica federale sulla cura dei bambini e il congedo familiare per garantire la piena partecipazione delle donne all'economia. Ciò contribuirà a trattenere le donne, rallenterà la partenza dei giovani lavoratori e consentirà di risparmiare in generale sui nuovi assunti e sulla riqualificazione. Dare alle donne il supporto di cui hanno bisogno per rimanere nel mondo del lavoro mentre crescono una famiglia darà loro l'opportunità di competere per posizioni di leadership e mantenere la loro traiettoria salariale, senza essere gravate da costi elevati per la cura dei bambini.

Successivamente, le azioni che consigliamo per il livello aziendale:

Come il livello governativo, raccomandiamo un approccio "rispetta o spiega" per i consumatori pubblici e gli azionisti per mantenere le aziende responsabili di avere diversi team di leadership.

Per conformarsi a tali standard, le aziende dovranno affrontare le loro pratiche di assunzione, conservazione e promozione per garantire che i pregiudizi non siano inerenti a questi sistemi.

Assunzioni alla cieca, politiche favorevoli alla famiglia, politiche di supporto per affrontare i casi di molestie e una pianificazione della successione intenzionalmente diversificata sono tutte cose che sosterrebbero la piena partecipazione delle donne alla forza lavoro.

Terzo, consigliamo quanto segue a livello di comunità:

Dobbiamo sostenere ed espandere i programmi che creano reti, forniscono modelli di ruolo e assicurano opportunità di tutoraggio per le donne nei settori dominati dagli uomini. MakePossible.ca di SCWIST, una piattaforma di mentoring online basata sulle competenze, è il risultato dell'investimento intenzionale di Status of Women Canada che supporta ulteriormente le donne nel perseguire carriere STEM. Mentre chiediamo al governo e ai livelli aziendali di esplorare nuovi modi per influenzare la cultura, dobbiamo continuare il lavoro di base che ci ha portato fin qui.

Raccomandiamo alle comunità di impegnarsi attivamente in una conversazione aperta e continua su casi di comportamento che non supportano una cultura dell'inclusione. Mantenere un dialogo in corso consentirà ai membri della comunità di condividere queste lotte e collaborare su come affrontare al meglio i pregiudizi sistemici.

E infine, a livello personale:

Dobbiamo venire a patti con i nostri pregiudizi. Tutti li hanno. Raccomandiamo i test di polarizzazione implicita di Harvard, perché la conoscenza a volte è un primo passo sorprendente.

Ad ogni livello, dobbiamo costruire una cultura in cui alle donne venga dato accesso a queste posizioni importanti. Se diamo loro accesso, non saranno più visti come il "problema", ma piuttosto la chiave dell'innovazione necessaria per risolvere molti problemi, sia canadesi che globali.

Thank you.

 

Per vedere la lettera originale, fare clic qui.