Discussione sulla borsa marrone: comunicazione scientifica [Riepilogo evento]

Torna ai post

Questa borsa marrone di Hallowe'en ha presentato il tema della comunicazione della scienza per la discussione tra i 6 membri del panel e 26 partecipanti. Sarah S. Chow, Comunicatore Scientifico e Candidato PhD in Fisiologia Cardiovascolare, ha agito come nostro moderatore e ha introdotto il panel nella sala. Ogni membro del panel ha dedicato alcuni minuti a descrivere se stesso e la natura del proprio percorso nella comunicazione scientifica, che sono tutti molto diversi (così come i loro ruoli attuali).

Dott.ssa Emily Seo è il direttore dell'UBC Shared Instrument Facility ed ex editore associato presso il gruppo editoriale Wiley-VCH in Germania. Dopo il dottorato di ricerca si è trasferita lì per curare riviste come "Sustainable Chemistry". I suoi principali apprezzamenti in questa posizione sono stati l'acquisizione di esperienza internazionale, la lettura di ricerche all'avanguardia ed essere il primo punto di revisione per nuove idee scientifiche. Le piaceva intervistare gli scienziati e ascoltare le loro storie. Per entrare nello spirito spettrale di Hallowe'en, Sarah ha chiesto alla giuria di pensare a qualcosa che li ha spaventati durante i loro percorsi di carriera; Emily ha detto che alcuni scienziati si sono arrabbiati quando i loro articoli sono stati rifiutati, ma ciò non l'ha trattenuta dal perseguire questo lavoro.

Eva Rickert è la "mente" di Parlami di scienza, che ha fondato quest'anno dopo aver capito che preferiva essere il capo di se stessa. TSTM fornisce servizi come visualizzazione dei dati, supporto per presentazioni e coaching nella comunicazione per tutti i tipi di scienziati. L'azienda può anche fornire fotoreporter per viaggi sul campo. Eve impiega persone su base freelance, con un nucleo di sette dipendenti. Ama la libertà e la flessibilità offerte da questo lavoro e ha una predilezione per gli scienziati e per quello che fanno. Tuttavia l'instabilità finanziaria può essere un prezzo difficile da pagare e un po 'spaventoso!

La dottoressa Lesley Evans Ogden era d'accordo con Eve sull'incertezza del lavoro freelance, dato che ora è una giornalista / scrittrice a tempo pieno. Ha intrapreso una strada indiretta nella comunicazione scientifica, dopo aver iniziato con una laurea in musica, ma finendo in un programma di dottorato in biologia alla SFU. Ha continuato a fare una borsa di studio post-dottorato in Conservazione applicata presso l'UBC, poi è riemerso un precedente interesse per la comunicazione dalla scuola superiore e per esplorare ulteriormente questo ha preso un corso online a Media Bistro (con sede a New York). Questo corso è stato istruttivo in stile giornalistico e su come presentare storie, ed è servito come un utile punto di partenza per Lesley. Ha iniziato a lavorare come freelance, ricercando storie e intervistando scienziati per notizie televisive. Questo era in combinazione con il Science Media Center del Canada, ma ha trovato frustrante condurre tutte le ricerche e poi consegnare la storia a un giornalista televisivo. Attualmente lavora come freelance da casa, le piace la flessibilità ma si assicura di connettersi regolarmente con altri scrittori, per evitare la sindrome dello scrittore solitario.

Dott.ssa Geraldine Walsh ha sempre avuto una passione per la scrittura, che l'ha portata a diventare scrittrice scientifica per Canadian Blood Services, seppur attraverso un tradizionale percorso accademico come studentessa laureata e postdoc in biologia piastrinica. Scrive manoscritti e individua il modo migliore per presentare i dati generati dai colleghi del Centro per la ricerca sul sangue presso UBC. Uno degli aspetti migliori di questo ruolo è l'opportunità di lavorare con molte persone diverse in tutto il Canada, così come i vari progetti su cui lavora. Tuttavia afferma che a causa del suo coinvolgimento nella fase finale di uno studio, a volte si presentano approcci alternativi alla ricerca, ma a quel punto è troppo tardi per cambiare il design.

Eric Janciu è il coordinatore del SCIE 300 Comunicare la scienza corso all'UBC. Ha iniziato un dottorato di ricerca in chimica ma non è andato fino in fondo, poiché i suoi interessi non erano nel diventare un chimico accademico, ma nella scienza popolare e nell'idea di come la ricerca scientifica viene comunicata al pubblico. Decise di diventare giornalista e freelance per un po 'prima di ottenere una posizione di copy-editor per la casa editrice Springer in Germania, un'esperienza simile a quella di Emily. A quel tempo la società impiegava sette madrelingua inglesi per modificare i manoscritti e rielaborarli nello stile Springer. Eric ha apprezzato l'apprezzamento ricevuto dagli autori la cui scrittura è stata migliorata, con conseguente pubblicazione del loro lavoro. Ha avvertito che quelle posizioni di editor di madrelingua interna non sono più disponibili, ma sono esternalizzate. Il corso che Eric ora tiene per gli studenti di UBC Science offre loro la possibilità di imparare a comunicare con altri colleghi scientifici, nonché a un pubblico non esperto; intervistano i ricercatori dell'UBC e utilizzano nuovi strumenti multimediali come i podcast, che suona come un modo divertente e pertinente per esplorare #SciComm (questa è una cosa di Twitter!)

Dottoressa Candis Callison, Assistant Prof presso la School of Journalism dell'UBC, ha iniziato la sua carriera come giornalista per VanTV nei notiziari serali, coprendo storie sulla tecnologia, oltre a lavorare a "First Story", uno show televisivo delle Prime Nazioni. Si è trasferita a San Francisco per lavorare come reporter / produttrice per Ziff Davis TV, intervistando grandi personalità tecnologiche come Apple Mac evangelist Guy Kawasaki. Candis si è poi trasferita a est, a Boston per lavorare per un motore di ricerca e soddisfare la sua passione per la tecnologia, quindi ha intrapreso un dottorato di ricerca al MIT in storia e antropologia degli studi di scienza e tecnologia. Questo l'ha qualificata a lavorare per l'impegno pubblico sulle questioni del cambiamento climatico alla Duke University. Candis potrebbe aver avuto il percorso di carriera più vario tra tutti i relatori, ma è l'unica che ha iniziato una carriera nei media e si è fatta strada in una posizione accademica di ruolo!

Dopo che i nostri oratori hanno trasmesso le loro storie al pubblico, la sala è stata aperta a domande e discussioni. Le persone volevano sapere che tipo di corsi potevano seguire per intraprendere una carriera nella comunicazione della scienza: numerosi di questi sono stati suggeriti dai relatori, tra cui il Programma del Centro Banff, la Workshop di scrittura scientifica di Santa Fee il sopracitato MediaBistro (corsi online). C'è un interesse e una domanda in rapida crescita per la scienza per il consumo pubblico, come dimostrato dalla fornitura di finanziamenti per le scienze naturali e il Consiglio per la ricerca ingegneristica del Canada (NSERC) per TerreWeb, un corso di laurea che comprende scienza e comunicazione del cambiamento globale e la stipula di traduzione della conoscenza prevede di essere incorporato nelle domande di sovvenzione per agenzie di finanziamento come il Canadian Institute for Health Research (CIHR). CIHR inoltre “mette a disposizione dei giornalisti finanziamenti per intraprendere progetti su carta stampata, radiodiffusione e media in linea. Il programma di premi giornalistici finanzia premi fino a $ 20,000 "all'anno. I precedenti destinatari di questi premi hanno utilizzato questo finanziamento per preparare rapporti approfonditi su diversi problemi di salute.

I membri del pubblico hanno chiesto consiglio ai relatori - suggerimenti utili forniti inclusi: acquisire familiarità con software e tecnologie moderne come WordPress (puoi avviare il tuo blog UBC qui); essere attivi nelle comunità tecnico-scientifiche, sia di persona che online; coinvolgere gli altri in una conversazione e trovare persone che sono brave in quello che vuoi fare; adattare le presentazioni a un pubblico specifico ed esplorare nuovi modi innovativi di presentare; essere aperti a possibilità diverse dai tradizionali percorsi della vecchia scuola e parlare di salti di incertezza.

Eve ha sottolineato che essere uno scienziato che comunica le proprie ricerche e idee in modo efficace agli altri è una partita diversa dall'essere un comunicatore a tempo pieno; quest'ultima è una professione a sé stante e può essere un lungo percorso che richiede molta esperienza per avere successo. La candidatura a riviste studentesche come redattore freelance è stata suggerita dalla giuria come un modo per entrare nella professione editoriale; La Simon Fraser University è certificata programmi in Editing, in alternativa il file Associazione degli editori del Canada fornisce vari corsi. Lesley ha consigliato di inviare e-mail agli editori che si offrono di scrivere o modificare libri / capitoli e ha approvato il libro "Il mercato degli scrittori"Come una risorsa utile.

Buona fortuna a tutti i loro sforzi #SciComm!

Scritto da Jane O'Hara


To top