Annette Bergeron: Dare il buon esempio nella sua difesa dell'equità e dell'inclusione

Torna ai post

By Alison Knill (Twitter: @alison_knill)

quando Annette Bergeron ha iniziato la sua laurea nel programma di ingegneria metallurgica alla Queen's University, era una delle due donne. Alla fine della sua laurea, c'erano cinque persone nel programma ed era l'unica donna.

Le piccole dimensioni delle classi significavano che erano un gruppo affiatato di studenti, ma era anche isolante per Annette.

"Non avevo una grande comunità femminile intorno a me durante la mia laurea, quindi ti assimili in qualche modo", ha detto. 

"Diventi uno dei ragazzi solo per andare d'accordo."

Il declino delle donne ingegnere che Annette ha sperimentato con i suoi compagni di classe non si è fermato dopo l'istruzione post-secondaria. Ha continuato mentre entrava nell'industria, che è un fenomeno noto come Il gasdotto che perde.

Annette ha continuato dalla sua laurea al suo MBA. Le sue sfide nell'uguaglianza di genere non si sono fermate quando ha iniziato la scuola di specializzazione, perché aveva bisogno di bilanciare i suoi corsi con la cura del suo bambino appena nato. 

È tornata in classe solo una settimana dopo il parto, il che significava dover sopportare la difficoltà di stare lontana dal neonato per quattro ore. 

“Ora ... penso che sia molto più accettabile portare i tuoi bambini in una classe. Se avessi saputo allora quello che so adesso, penso che sia quello che avrei fatto ", ha detto. 

"Penso che tutti dovrebbero essere in grado di portare i propri figli in classe quando ne hanno bisogno."

Il suo MBA le ha dato l'esperienza tecnica di cui aveva bisogno per eccellere nella sua carriera, ma è stata la sua laurea che ha motivato il suo lavoro di difesa. Essere in una professione dominata dagli uomini ha contribuito a promuovere la sua passione per il progresso dell'equità di genere e dell'inclusione in STEM.

Creazione di DiversifySTEM

Uno dei principali progetti sulla diversità di genere su cui ha lavorato Annette è stato il DiversificareSTEM app. Il progetto è iniziato con una proposta del Società dell'Ontario degli ingegneri professionisti

L'app è diventata uno dei 50 progetti con l'estensione Rete per l'uguaglianza di genere in Canada, guidato da Annette, Valerie Davidson, Kathy Lerette e supportato da Tess O'Mara. Il progetto è iniziato con la ricerca. Quali barriere stavano vivendo le donne in STEM? Dove erano le lacune nel supporto?

Foto per gentile concessione di Annette Bergeron.

Hanno scoperto una lacuna nel sostegno alle donne all'inizio della loro carriera STEM: questo era il problema che la loro app avrebbe preso di mira. In che modo la loro app potrebbe avere un impatto positivo sul posto di lavoro?

"Si tratta davvero di cambiare la cultura per renderla più inclusiva per le donne in STEM, e abbiamo pensato, beh, ci rivolgeremo ai manager", ha detto.  

Una cosa che dovevano considerare per i manager, in particolare, era il tempo. I loro utenti non avrebbero molto da risparmiare.

Annette, Valerie, Kathy e Tess hanno trovato una soluzione mantenendo i moduli brevi. Micro lezioni. 

Mantenere il contenuto veloce da consumare in risonanza con i propri utenti. Gli strumenti erano stati utilizzati migliaia di volte nel primo anno, l'app aveva 500 download e la piattaforma del sito web aveva quasi 20,000 visualizzazioni. 

"Ci auguriamo che un giorno l'inclusione [sia una] parte del lavoro di tutti, che sia qualcosa che fanno ogni singolo giorno, proprio come fanno con la sicurezza nel nostro lavoro quotidiano", ha detto. 

Sebbene il progetto sia terminato, l'app e il sito Web sono ancora disponibili per continuare a promuovere la diversità nei luoghi di lavoro STEM. Come risultato degli incontri di collaborazione con il progetto SCWIST Make DIVERSITY Possible, il DiversificareSTEM micro lezione sulle funzioni di mentoring Rendere possibile - Rete di mentoring gratuita di SCWIST.

L'importanza del supporto, del tutoraggio e della leadership

Annette ha lottato, lei stessa, per trovare una forte rete di supporto all'inizio della sua carriera. È stata in grado di trovare supporto più tardi nella sua carriera con reti come GENC. 

"Siamo ancora tutti connessi, comunichiamo ancora tra di noi", ha detto.

"Imparare a conoscere le questioni di altre donne all'interno del GENC ... il GENC ha toccato le questioni che devono affrontare le donne in tutto il Canada, quindi conoscere tutti questi altri aspetti, la diversità delle donne in tutto il Canada è stata fantastica."

Annette si è unita ai leader SCWIST Anja Lanz, Christin Wiedemann e Fariba Pacheleh agli incontri GENC tenuti in tutto il Canada. Foto per gentile concessione di Annette Bergeron

Le 150 donne leader provenienti da tutto il Canada si sono incontrate con un obiettivo finale in mente: un piano d'azione nazionale sull'uguaglianza di genere. Il loro lavoro è culminato in un documento di discussione per a Strategia pan-canadese per promuovere l'uguaglianza di genere. 

Oltre a trovare il proprio sostegno, Annette è stata in grado di fornire il tutoraggio e i modelli di ruolo che le mancavano all'inizio della sua carriera. Fornisce tutoraggio attraverso l'incoraggiamento. Il suo sostegno ha aiutato diverse donne a raggiungere con successo la corsa al consiglio presso Professional Engineers Ontario. 

Come agisce da modello per le giovani donne in STEM? Entrando in ruoli di leadership per mostrare agli altri che può essere fatto. Annette è stata Presidente di Engineers Canada, Professional Engineers Ontario e Ontario Society of Professional Engineers. Recentemente è diventata anche la prima donna presidente del Autorità per la sicurezza elettrica Consiglio di Amministrazione.

Annette è entrata a far parte del consiglio di amministrazione dell'ESA sei anni fa e durante questo periodo è stata in grado di supportare iniziative presso l'ESA per promuovere l'inclusione della leadership. In qualità di presidente del consiglio di amministrazione, potrà continuare a sostenere il movimento verso il raggiungimento di una maggiore diversità di genere.

"Noi donne in STEM abbiamo bisogno, abbiamo bisogno di modelli di ruolo, abbiamo bisogno di leadership, dobbiamo anche portare quella diversità all'interno della sala del consiglio in modo che la voce di tutti possa essere ascoltata", ha detto.

Diffondere il messaggio di advocacy

Quando si tratta dei suoi obiettivi personali, l'attenzione di Annette si concentra sul "portare avanti" attraverso il tutoraggio e la diffusione di messaggi su equità e inclusività. 

Promuovere ed echeggiare voci è diventato parte della sua routine quotidiana.

"Continuo a fare volontariato, come leader nella comunità degli ingegneri [e] come modello per assicurarmi che la voce di tutti sia ascoltata, per assicurarmi che le donne siano ben rappresentate nella comunità STEM e nella nostra professione", ha detto .

I social media sono stati di grande aiuto per Annette quando si tratta di diffondere il suo messaggio. Anche se non può essere fisicamente ovunque per parlare di equità e inclusività, la sua voce può esserlo.

Annette fa il suo lavoro di advocacy con l'obiettivo di rimuovere le barriere sistemiche che le donne sperimentano nelle carriere STEM.

"Una donna su quattro in STEM sentiva ancora di dover affrontare ostacoli nella propria carriera", ha detto. 

Annette vuole arrivare a un punto in cui le donne siano in grado di dire di non incontrare ostacoli nella loro carriera STEM. Poi, dice Annette,

"Ci saremo riusciti."

Vuoi entrare a far parte di una comunità diversificata di persone dinamiche che amano STEM? Diventa un membro SCWIST.

Alison Knill si è laureata al programma di Master in Giornalismo presso l'UBC ed è un'ex stagista di comunicazioni SCWIST. Hai domande per Alison? Contattala tramite Twitter @alison_knill.


To top